STERLINA Vs DOLLARO NEOZELANDESE

Salve,

In questo periodo tradare la sterlina britannica è molto pericoloso per via della Brexit, basta una news a riguardo, vera o falsa che sia, per creare delle forti oscillazioni della valuta. A questo si aggiunge il mese di dicembre che statisticamente è un mese pazzo in cui è consigliabile non tradare . Un binomio perfetto per non entrare a mercato e restare FLAT! Nonostante questo scenario poco promettente :-), con la dovuta gestione del rischio abbiamo effettuato un operazione di acquisto sul cross valutario GBP-NZD. Il segnale d’acquisto aveva un alta probabilità di successo perchè, in base alla nostra analisi ciclica, ci trovavamo all’inizio di un forte ciclo rialzista, infatti questo segnale è stato avvalorato ulteriormente dalla chiusura del ciclo precedente. La durata dell’operazione è stata molto breve, infatti dopo circa 4 ore abbiamo chiuso con un guadagno di BEN +742 PIPS. Molto probabilmente vi state chiedendo a quanto corrispondono in soldi reali, il loro valore si differenzia naturalmente dalla vostra propensione al rischio, ovvero dalla vostra solita percentuale di rischio.

In base al mio piano di trading, in ogni operazione il mio rischio max corrisponde all’ 1% del capitale, ma quando ci troviamo ad uno scenario di mercato non ordinario, come nel nostro caso (brexit e dicembre) , riduco il mio rischio allo 0,70 %.  Naturalmente la mia regola non è assoluta e migliore, è semplicemente quella che ad oggi mi ha portato ad incassare i miei guadagni. Sicuramente molti trader possono rischiare percentuali diverse del proprio capitale, il tutto dipende dalla propria propensione al rischio.

EBOOK ANALISI CICLICA

Lascia un commento