ALTA VOLATILITÀ’ SUL CAMBIO EUR-AUD

Salve,
l’euro continua ad apprezzarsi nei confronti del dollaro australiano, infatti dal punto di vista grafico si può notare un trend rialzista molto forte nel breve periodo. Inoltre, come detto nel post di ieri, il cambio fornisce delle ottime opportunità di trading grazie all’elevata volatilità, infatti nelle ultime 5 settimane la volatilità è stata in media di circa 116 pips. 
Dopo questo piccolo appunto, arriviamo alla parte operativa, e la strada migliore da percorrere in questi casi é quella di seguire il trend principale entrando nei ritracciamenti dei prezzi. Oggi dal punto di vista ciclico ci troviamo sul secondo ciclo giornaliero, ciclo statisticamente rialzista, e la posizione long è stata aperta in seguito al segnale dell’oscillatore ciclico e break-out del massimo precedente del primo quarto di un ciclo giornaliero. Il rapporto rischio-rendimento dell’operazione è stata 1:1, 50 pips sia per il loss che per il profit.

Legenda:
  • il 2 individua il ciclo giornaliero
  • L’1 e il 2 con un carattere più piccolo individuano i quarti di un ciclo giornaliero





EUR-AUD VOLATILE

Salve, 
Un cross valutario molto interessante da tradare, data l’elevata volatilità, è l’EUR-AUD . Anche dal punto di vista ciclico è possibile trovare delle ottime opportunità di trading. Il trend era marcatamente al rialzo e quindi ero alla ricerca di segnali buy, infatti ho aperto un’operazione di acquisto all’inizio della seconda parte del 3 ciclo giornaliero. L’operazione è stata chiusa a +50 pips di profit in circa due ore. 

Dettagli operazione buy:

  • entrata sul break-out della prima candela “toro” a 15 min al di sopra della media mobile blu
  • stop-loss sul minimo del sottociclo precedente (36 pips)
  • take-profit a 50 pips in zona R2

EUR-AUD

CROLLO EUR-USD

Salve,
Negli ultimi dieci giorni il trend sul cambio EUR-USD è stato al rialzo, confermato anche dal punto di vista ciclico, infatti ci troviamo nel secondo ciclo settimanale. Tuttavia, oggi pomeriggio attendevo un respiro del cambio e quindi ero alla ricerca di qualche segnale short di breve periodo, dato il trend principale marcatamente rialzista. Il segnale è scattato sulla fase ribassista di un 3° ciclo giornaliero e più precisamente sul break-out del minimo del quarto finale (il 4° quarto del ciclo giornaliero).
Legenda:
– il n.2 di colore giallo rappresenta il ciclo settimanale
– il n.3 è il ciclo giornaliero
– gli altri numeri con un carattere più piccolo individuano i sottocicli, ovvero i quarti di un ciclo giornaliero
 
 
 

SELL SUL CAMBIO GBP-USD

Salve, 
In mattina ho chiuso un’operazione short sul cable aperta ieri mattina. Dal  punto di vista ciclico il cambio era nella fase ribassista di un ciclo settimanale, quindi attendevo un segnale di vendita sui sottocicli di un ciclo giornaliero sul time-frame a 15 min. Precisamente il segnale short è scattato sul break-out del minimo del 4° sottociclico di un ciclo giornaliero.
Per quanto riguarda la gestione dell’operazione, lo stop-loss è stato impostato sul massimo del sottociclo, mentre il take-profit è stato fissato sui livelli di Fibonacci. In definitiva, lo stop viene impostato sul sottociclo mentre il target sul ciclo superiore in modo tale da avere un buon rapporto rischio-rendimento.

Legenda:
– il n.1 di colore giallo rappresenta il ciclo settimanale
– 3 e 4 sono i cicli giornalieri
– gli altri numeri con un carattere più piccolo individuano i sottocicli , ovvero i quarti di un ciclo giornaliero


CICLI SU TF AD 1 MINUTO

Salve,
In base all’analisi effettuata in mattinata, oggi pomeriggio attendevo la ripartenza di un ciclo giornaliero sul cross eur-jpy. Solitamente, attendo la chiusura di un primo quarto di un ciclo giornaliero per poi andare long sulla ripartenza del secondo quarto. Altre volte, seguo il grafico ad 1min per intercettare il primo sottociclo di un giornaliero, ovvero i 64°. In questi casi riesco a minimizzare le perdite con stop loss più stretti ma è probabile che gli stop vengano presi più volte, e in questi casi è necessario riprovare ad entrare nuovamente,affinche la probabilità di successo della tecnica operativa si manifesti, naturalmente il tutto deve essere necessariamente in linea con il proprio money management.