ORGANIZZAZIONE E VOLATILITA’ DEL MERCATO

Il mercato del forex è aperto 24 ore al giorno, tutti i giorni a parte il sabato e la domenica. Apre il lunedì mattina in Asia (domenica sera in Europa) e chiude nel pomeriggio americano (venerdì sera in Europa). Nell’arco delle 24 ore si susseguono diverse piazze finanziarie e a ognuna è possibile osservare la volatilità dei tassi di cambi. Il fulcro dei mercati finanziari e soprattutto del mercato del forex è nella sessione europea con Londra regina indiscussa degli scambi per via del fatto che le principali banche hanno sede nella capitale inglese. Presa singolarmente è la sessione forex dove avviene il maggior numero di transazioni il che garantisce molta liquidità ed efficienza nei mercati finanziari generando una elevata volatilità del tasso di cambio.  La sessione si apre ufficialmente con Francoforte alle 8 ora italiana e poi segue alle 9 l’apertura del mercato di Londra. Le valute protagoniste di questa sessione sono naturalmente l’Euro e la Sterlina ma anche il Franco Svizzero nelle rispettive coppie con il Dollaro americano ma anche nei vari cross tra loro. Il picco massimo della volatilità si ha  quando la sessione europea sovrappone quella americana,dalla 14:30 alle 17:30 ora italiana poi cala notevolmente a patto che non ci sia qualche conferenza della FED verso le 19 o 20 ore italiana.

Nella sessione asiatica la più importante è quella di Tokjo seguita da Hong Kong, Singapore e Sidney, la volatilità non è molto alta,gli scambi sono pochi ad eccezione delle coppie che comprendono lo Yen. Questo perché per partecipare al mercato azionario e obbligazionario giapponese, gli investitori istituzionali devono cambiare in Yen i loro asset generalmente tenuti in Dollari americani. Questi flussi di capitale hanno un impatto importante soprattutto sulla coppia USD/JPY anche se la coppia più volatile della sessione è GBP/JPY. 

EBOOK ANALISI CICLICA